X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 29 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Fuori campo IVA le raccolte fondi tramite crowdfunding

/ Dario BONSANTO

Giovedì, 26 marzo 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

In questo periodo si assiste ad un moltiplicarsi di iniziative solidaristiche attuate attraverso raccolte fondi da devolvere ad ospedali e strutture sanitarie.

Il raggiungimento di tali obiettivi viene, poi, semplificato dall’utilizzo di piattaforme di crowdfunding, le quali sono in grado di mettere in contatto il promotore dell’iniziativa con la possibile platea di donatori.
Da un punto di vista fiscale, le raccolte fondi di questo tipo ricadono nella forma del c.d. “donation-based” crowdfunding, in cui i donatori contribuiscono alla causa con un apporto monetario senza, tuttavia, ricevere alcun bene o servizio in cambio. Ciò che, quindi, prevale in tale schema risulta essere, senz’altro, il fine solidaristico che muove i soggetti che effettuano le donazioni.

Per ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU