X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 6 giugno 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Recupero del premio ai dipendenti in sede con codice tributo «1699»

I datori di lavoro possono compensare le somme erogate in F24

/ REDAZIONE

Giovedì, 2 aprile 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 17 pubblicata ieri, ha istituito i codici tributo “1699” e “169E” per il recupero in compensazione da parte dei sostituti d’imposta, tramite modelli F24 e F24 enti pubblici, del premio erogato ai dipendenti che hanno continuato a lavorare presso la sede di lavoro nel mese di marzo nonostante l’emergenza coronavirus.

Ai sensi dell’art. 63 del DL 18/2020, il premio spetta ai titolari di redditi di lavoro dipendente di cui all’art. 49 comma 1 del TUIR con un reddito da lavoro dipendente del 2019 non superiore a 40.000 euro ed è riconosciuto relativamente al mese di marzo 2020 in misura pari a 100 euro, da rapportare al numero di giorni di lavoro svolti nella sede di lavoro nel predetto mese (si ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU