X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 15 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Nel quadro VQ i versamenti effettuati sino all’invio della dichiarazione

La possibilità di presentare il modello entro il 30 giugno 2020 dovrebbe estendere la data di riferimento

/ Mirco GAZZERA

Lunedì, 8 giugno 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Una delle principali novità del modello IVA 2020 per il 2019 è costituita dal quadro VQ. Quest’ultimo permette di determinare il credito maturato a seguito di versamenti di imposta periodica non spontanei effettuati sino alla data di presentazione della dichiarazione. Per i soggetti che inviano il modello entro il 30 giugno 2020, dunque, dovrebbe essere più esteso il periodo di tempo da considerare per l’individuazione dei predetti versamenti.

Tenuto conto dell’assenza di indicazioni contrarie, fino al modello IVA 2018 per il 2017 si riteneva possibile utilizzare il credito risultante dalla compilazione del quadro VL, anche a fronte di versamenti periodici omessi (si veda “Nel modello IVA 2018 irrilevanti gli omessi versamenti periodici” del 22 febbraio 2018).

A ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU