X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 12 agosto 2020 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Screening oncologici organizzati importanti per la prevenzione

I test diagnostici in assenza di sintomi aiutano a intercettare la malattia in fase precoce, rendendo le possibilità di trattamento più efficaci

/ FONDAZIONE UMBERTO VERONESI

Venerdì, 10 luglio 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Oggi molti tumori sono sempre più curabili, grazie a terapie che funzionano meglio, ma anche grazie alla capacità di intercettare la malattia in fase precoce, quando cioè le possibilità di trattamento sono più efficaci.

Come si fa a battere sul tempo il cancro? Con la prevenzione primaria (imparando a ridurre i fattori che aumentano il rischio come alcol, sedentarietà, fumo, obesità, dieta sbilanciata) e con quella secondaria, ovvero con gli esami di screening. Si tratta di test diagnostici in assenza di sintomi. A seconda del profilo di rischio individuale, sarà il medico a suggerire gli esami utili in base a familiarità, caratteristiche genetiche, rischi ambientali o occupazionali. In alcuni casi però ci sono esami di controllo che sappiamo essere vantaggiosi, tanto da essere raccomandati

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU