X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 2 agosto 2021 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Differenza tra l’identificazione a distanza e quella in presenza incongrua

Aggiornato lo studio del Notariato a seguito delle modifiche normative introdotte in materia di antiriciclaggio dal decreto «Semplificazioni»

/ Stefano DE ROSA e Annalisa DE VIVO

Mercoledì, 18 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il Consiglio nazionale del Notariato ha pubblicato ieri lo studio 2bis-2020/B, dedicato alle problematiche connesse all’identificazione non in presenza nel contrasto al riciclaggio e al terrorismo internazionale, che sostituisce il precedente studio n. 2-2020/B dello scorso 20 giugno. L’aggiornamento si è reso necessario a seguito delle modifiche normative introdotte in materia dal DL 76/2020 (c.d. decreto “Semplificazioni”, convertito dalla L. 120/2020), che hanno inciso su alcuni articoli del DLgs. 231/2007.

Il documento prende le mosse da un attento esame della Guida all’identità digitale, emanata dal GAFI nello scorso mese di marzo, a seguito dell’aggravarsi dell’emergenza sanitaria da COVID-19 per il cui contrasto sono stati adottati provvedimenti ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU