X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 24 gennaio 2021

LAVORO & PREVIDENZA

Divieto di licenziamento prorogato al 31 marzo 2021

Tra le misure risultanti dal Ddl. di bilancio 2021 anche diversi esoneri contributivi e la Decontribuzione Sud fino al 2029

/ Giada GIANOLA e Daniele SILVESTRO

Lunedì, 23 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Tra le novità disposte dal Ddl. di bilancio 2021 emerge l’ulteriore slittamento al 31 marzo 2021 per il divieto di licenziamento e per il rinnovo o la proroga di contratti a termine acausali.

Nello specifico, quanto al divieto di licenziamento per motivi economici, sino a tale data non potranno essere avviate procedure di licenziamento collettivo e restano sospese quelle avviate dopo il 23 febbraio 2020. Inoltre, i datori di lavoro non potranno licenziare per giustificato motivo oggettivo, indipendentemente dal numero dei dipendenti.

Rimangono ferme le eccezioni a tale divieto, previste in prima battuta dal DL 104/2020 e successivamente riprese dal DL 137/2020 (c.d. DL “Ristori”), riguardanti il personale, già impiegato in un appalto, che venga riassunto a seguito di subentro

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU