X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 15 gennaio 2021 - Aggiornato alle 6.00

PROFESSIONI

Nessun automatismo nella maggiorazione dei compensi dei commercialisti

Il giudice non è vincolato ai valori indicati nei parametri del DM 140/2012

/ Antonio NICOTRA

Sabato, 28 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il CNDCEC, con il Pronto Ordini n. 75/2020 pubblicato ieri, ha fornito chiarimenti sulle modalità di applicazione delle maggiorazioni dei compensi, di cui all’art. 18 del DM 140/2012, per le attività svolte dai commercialisti.

Tale disposizione prevede la possibilità di una maggiorazione fino al 100% del compenso determinato sulla base dei parametri generali di cui all’art. 17 comma 1 del DM 140/2012 e dei parametri specifici individuati, di volta in volta, per le singole attività degli iscritti.

Il quesito ha ad oggetto la corretta interpretazione della norma: in particolare, laddove il parametro individuato per la specifica attività non sia fisso, ma indichi un range di importi compresi tra un valore minimo e uno massimo, appare controverso se la maggiorazione operi solo nel caso ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU