X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 26 febbraio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Nomina dell’esperto valutatore nel Codice della crisi con profili di criticità

Necessario rivedere i criteri di determinazione del compenso del professionista

/ Nicola AGNOLI e Martino ZAMBONI

Martedì, 19 gennaio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DLgs. 147/2020, il 5 novembre scorso, si è per ora concluso l’iter di approvazione del correttivo al DLgs. 14/2019, recante il Codice della crisi (CCII), in vigore dal 1° settembre 2021.
Le modalità di alienazione dei beni acquisiti all’attivo della procedura sono disciplinate dal “nuovo” art. 216 del Codice, norma di carattere generale, che prevede la nomina dell’esperto per la stima dei beni – inclusi complessi aziendali, partecipazioni e beni immateriali – da parte del curatore previa autorizzazione del Comitato creditori, salvo il caso di beni di modico valore.

Nella scelta dell’esperto il curatore dovrà considerare specifici requisiti soggettivi, che posso essere individuati nei documenti approvati dagli standard ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU