X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 14 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Tre diverse modalità di gestione degli interpelli con pareri tecnici

In caso di profili extra tributari di carattere tecnico, occorre il parere preliminare del competente Ministero

/ Alice BOANO

Giovedì, 24 dicembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 31 pubblicata ieri ha fornito alcuni chiarimenti riguardanti le modalità di gestione delle istanze di interpello in materia agevolativa che presuppongono per la loro corretta valutazione conoscenze di natura tecnica, giuridica e/o fattuale, non di competenza dell’Agenzia delle Entrate.

Si fa riferimento, in particolare, alle ipotesi di istanze aventi a oggetto fattispecie di rilevanza pluridisciplinare, la cui trattazione, con riferimento ai profili extra tributari, è rimessa ad altre amministrazioni dello Stato o, comunque a soggetti differenti dall’Agenzia delle Entrate, istituzionalmente titolari di competenze in tema di interpretazione e applicazione della disciplina “presupposta” indispensabili per la definizione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU