X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 10 aprile 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Il pro rata esclude la cessione immobiliare «occasionale»

/ Emanuele GRECO

Lunedì, 1 marzo 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Un aspetto ricorrente e controverso, in sede di presentazione della dichiarazione annuale IVA, concerne la valutazione, ai fini del pro rata di detrazione, della cessione di un fabbricato effettuata in regime di esenzione, in via occasionale, nell’ambito di una consolidata attività di locazione immobiliare.

In base alla formulazione dell’art. 19-bis comma 2 del DPR 633/72, l’esclusione dal pro rata di una operazione come quella descritta potrebbe discendere, in via alternativa:
- dalla qualificazione del fabbricato come beni ammortizzabili;
- dalla qualificazione della cessione come operazione esente non rientrante nell’attività propria dell’impresa.

Al riguardo, è utile precisare che ai fini del pro rata i fabbricati non sono immediatamente assimilabili a beni strumentali ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU