X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 18 giugno 2021 - Aggiornato alle 6.00

LETTERE

Perché bisogna ricaricare documenti che l’Agenzia delle Entrate ha già?

Mercoledì, 10 marzo 2021

x
STAMPA

Cara Redazione,
molti studi, come anche da voi riportato, stanno cercando di gestire l’archiviazione elettronica dei documenti presso l’Agenzia delle Entrate (si veda “Da prorogare il termine del 10 marzo per la conservazione delle e-fatture” del 9 marzo 2021).

Non so quale genio ha pensato alle procedure, ma visto che l’Agenzia delle Entrate HA GIÀ i documenti, perché li devo ricaricare? (Tra l’altro con limite di numero documenti, memoria etc...).
Non era più facile mettere un bottone con scritto Porta in archiviazione? Magari anche con indicazione di un intervallo di tempo. Per es. fatture emesse da ___ a ____ Porta in archiviazione.

Credo che un qualsiasi bambino delle elementari avrebbe potuto pensarlo in questo modo.


Simona Vignudelli
Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bologna

TORNA SU