X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 9 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Distinzione tra locazione e affitto d’azienda con effetti sulla disciplina applicabile

/ Cecilia PASQUALE

Mercoledì, 6 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il contratto con cui è concesso in godimento un immobile insieme ad alcuni elementi accessori (licenza, know-how...) non è sempre immediatamente riconducibile allo schema dell’affitto d’azienda (o di un suo ramo) o della locazione a uso diverso dall’abitativo.

Le differenze nella disciplina applicabile sono significative: la locazione di immobili a uso diverso dall’abitativo è puntualmente normata dalla L. 392/78, che prevede, tra l’altro, una durata prestabilita e inderogabile (non inferiore a 6 anni per gli immobili adibiti ad attività industriali, commerciali, artigianali, turistiche o professionali o a 9 se adibiti ad attività alberghiere ex art. 27 della L. n. 392/78); una limitazione nell’aggiornamento del canone, determinato dalla legge con frequenza ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU