X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 21 gennaio 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / IAS

Niente riallineamento per i concessionari che hanno adottato l’IFRIC 12

L’Agenzia ha confermato l’impossibilità di applicare la disciplina ex art. 110 del DL 104/2020 e affermato nuovi principi

/ Luca MIELE e Guerino RUSSETTI

Lunedì, 24 maggio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’Agenzia delle Entrate, in risposta a un interpello, conferma l’impossibilità di ricorrere al riallineamento previsto dall’art. 110, commi 8 e 8-bis del DL 104/2020 per i soggetti IAS adopter concessionari di servizi di pubblica utilità che hanno adottato l’IFRIC 12.
La risposta, non pubblicata, appare significativa in quanto, a prescindere dal caso specifico, contiene alcune affermazioni che potrebbero assumere rilevanza più generale.

L’adozione dell’IFRIC 12 impone la riclassificazione degli asset materiali e immateriali relativi ai beni in concessione nell’ambito dell’unico bene immateriale “concessione” (diritto di sfruttamento dell’infrastruttura), rilevato in conformità allo IAS 38 e, generalmente, nella transizione ai principi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU