X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 30 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Risoluzione del concordato preventivo con effetti dalla sentenza definitiva

Non trovano applicazione le regole previste per il concordato fallimentare

/ Antonio NICOTRA

Venerdì, 4 giugno 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Il Tribunale di Arezzo 27 aprile 2021 ha esaminato la questione dell’efficacia provvisoriamente esecutiva o meno della pronuncia di risoluzione del concordato preventivo, ex art. 186 del RD 267/42, avente carattere costitutivo. A fronte dell’orientamento positivo in dottrina, i giudici forniscono una risposta negativa.

Nel sistema processuale, le sentenze rese in primo grado sono provvisoriamente esecutive tra le parti (art. 282 c.p.c.). Tale disposizione si riferisce alle sentenze di condanna (che costituiscono titolo esecutivo) e non anche alle sentenze dichiarative o costitutive. Accedendo a tale ricostruzione – salva diversa disposizione – la sentenza costitutiva produce i suoi effetti dal passaggio in giudicato.

Circa l’efficacia della sentenza di risoluzione del concordato

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU