X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 30 luglio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Detraibili gli interessi del mutuo per ristrutturare l’abitazione principale del familiare

Il proprietario, il titolare di altro diritto reale o un familiare devono destinare l’immobile ad abitazione principale entro sei mesi dalla fine dei lavori

/ Arianna ZENI

Giovedì, 17 giugno 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Spetta la detrazione IRPEF degli interessi del mutuo concesso per la ristrutturazione dell’abitazione principale di un familiare, purché quest’ultimo abbia preso la residenza entro sei mesi dalla fine dei lavori.
Lo ha deciso la Corte di Cassazione nell’ordinanza n. 16984 di ieri, 16 giugno 2021, con la quale è stato accolto il ricorso del figlio che ha acceso un mutuo per effettuare interventi di ristrutturazione dell’unità immobiliare della madre e al quale l’Amministrazione finanziaria ha contestato la spettanza della detrazione fiscale.

La questione oggetto di analisi dei giudici di legittimità ha riguardato l’art. 15 comma 1-ter del TUIR, secondo cui sono detraibili dall’IRPEF nella misura del 19% gli interessi passivi, gli oneri accessori e le quote ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU