X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 26 settembre 2021 - Aggiornato alle 11.50

CONTABILITÀ

Finanziamenti garantiti dallo Stato con dubbi sull’obbligo di informativa

Le garanzie pubbliche rilasciate dal Fondo centrale di garanzia e da SACE rientrano tra gli aiuti di Stato

/ Silvia LATORRACA

Venerdì, 25 giugno 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nell’adempiere agli obblighi di informativa sulle erogazioni pubbliche di cui alla L. 124/2017, che devono essere assolti dalle imprese, a seconda dei casi, nella Nota integrativa e, quindi, in sede di redazione del bilancio oppure entro il 30 giugno sui propri siti internet o sui portali digitali delle associazioni di categoria di appartenenza, sorgono alcuni dubbi in relazione alle garanzie pubbliche rilasciate sui finanziamenti bancari, nell’attuale emergenza COVID-19, dal Fondo centrale di garanzia per le PMI e da SACE ai sensi degli artt. 13 e 1 del DL 23/2020 (conv. L. 40/2020).

Tali garanzie rientrano tra le misure temporanee di aiuti di Stato contenute nel “Temporary framework” di cui alla Comunicazione della Commissione Ue n. 1863/2020 e ritenute compatibili ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU