X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Sabato, 27 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Note di variazione IVA al momento di «apertura» della procedura concorsuale

Per le procedure avviate dopo il 26 maggio 2021 non è più necessario il requisito dell’infruttuosità

/ Emanuele GRECO e Simonetta LA GRUTTA

Sabato, 7 agosto 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La L. 106/2021, di conversione del decreto “Sostegni-bis” (DL 73/2021), ha confermato le previsioni sui termini di emissione delle note di variazione IVA nel caso in cui il cessionario o committente non abbia pagato il corrispettivo e sia assoggettato a una procedura concorsuale. Per effetto delle modifiche apportate all’art. 26 del DPR 633/72 è, infatti, possibile, per il cedente o prestatore, emettere la nota di variazione in diminuzione, in caso di mancato pagamento (anche parziale) del corrispettivo, da parte del cessionario o committente, a decorrere “dalla data in cui quest’ultimo è assoggettato a una procedura concorsuale”.

Il momento di emissione della nota è, quindi, individuato, rispettivamente, nella data della sentenza dichiarativa di fallimento ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU