Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 18 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Dal 2008 sponsorizzazioni sempre tra le spese di pubblicità

Presunzione assoluta di deducibilità solo per le sponsorizzazioni a favore di ASD entro 200.000 euro

/ Luca FORNERO

Mercoledì, 28 luglio 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’ordinanza della Cassazione n. 21452, depositata ieri, ritorna sulla questione della classificazione delle spese di sponsorizzazione tra quelle di pubblicità ovvero di rappresentanza.
L’assunto che pare maggiormente significativo (e che, a quanto ci consta, viene enunciato per la prima volta) è quello secondo cui, in base alla normativa vigente dal 2008, le spese di sponsorizzazione vanno ricondotte nel novero di quelle di pubblicità e, come tali, non sono soggette ai limiti di deducibilità previsti dall’art. 108 comma 2 del TUIR.

In altre parole, come da tempo sostenuto su Eutekne.info (si veda “Sponsorizzazione tra pubblicità e rappresentanza” del 20 aprile 2012), ad avviso dei giudici di legittimità, nell’attuale contesto normativo deve ritenersi superato ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU