X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 7 dicembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Nuove regole di immigrazione per lavorare nel Regno Unito post Brexit

La pianificazione dell’invio di personale italiano nel Regno Unito deve avvenire nel rispetto delle nuove regole di immigrazione

/ Marcello ASCENZI

Martedì, 24 agosto 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

La libera circolazione dei lavoratori tra il Regno Unito e l’Unione europea si è conclusa il 31 dicembre 2020 con la fine del periodo transitorio, previsto nell’accordo di recesso raggiunto a seguito della Brexit, durante il quale era rimasto in vigore il diritto dell’Unione europea nei rapporti con il Regno Unito. Dal 2021, i cittadini dell’Unione che vogliono recarsi per motivi di lavoro nel Regno Unito devono rispettare le nuove regole di immigrazione appositamente implementate per tener conto delle esigenze del mercato del lavoro britannico dopo l’uscita dall’Ue.

La normativa di immigrazione britannica non richiede necessariamente l’ottenimento di un visto da parte dei cittadini italiani per recarsi nel Regno Unito, a patto che il soggiorno sia temporaneo, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU