X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 20 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Imprese sociali con criteri di computo per le attività di interesse generale definiti

Il superamento del limite del 70%, senza recupero nell’esercizio successivo, determina la perdita della qualifica

/ Paola RIVETTI

Giovedì, 26 agosto 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

È stato pubblicato ieri in Gazzetta Ufficiale il decreto 22 giugno 2021 del Ministero dello Sviluppo economico, assunto di concerto con il Ministero del Lavoro, che definisce i criteri che gli enti dotati della qualifica di impresa sociale devono applicare per verificare che i ricavi derivanti dallo svolgimento delle attività d’impresa di interesse generale siano superiori al 70% dei ricavi complessivi.

In base all’art. 2 comma 3 del DLgs. 112/2017, infatti, le attività d’impresa di interesse generale in uno o più dei settori individuati dev’essere esercitata in via stabile e principale, condizione quest’ultima che si verifica quando i relativi ricavi sono appunto superiori al 70% dei ricavi totali.
Il DM 22 giugno 2021 non opera per le cooperative sociali e i loro

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU