X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 25 ottobre 2021 - Aggiornato alle 6.00

ECONOMIA & SOCIETÀ

Prove tecniche di rialzo dei tassi

Il rialzo in corso non modifica le previsioni, ma c’è la consapevolezza che se la Fed si muoverà nel finire del 2022, la Bce non potrà aspettare troppo

/ Stefano PIGNATELLI

Sabato, 25 settembre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Significativo rialzo per i rendimenti del Bond Usa: il decennale si porta all’1,43% su livelli che non si vedevano da giugno. Conclusa la riunione Fed non si sono visti particolari movimenti sui tassi; il rialzo è avvenuto tutto durante la seduta di giovedì. Non ci sono stati dati che lo giustifichino (anzi, gli indici di fiducia PMI – fiducia direttori acquisti – sono risultati tutti peggiori delle attese così come le richieste di sussidi Usa) se non il timore di un effetto contagio per il caso Evergrande che non ha fornito indicazioni sul pagamento di cedole in scadenza; la Cina sta cercando di circoscrivere il caso con imponenti iniezioni di liquidità.

Può essere in atto una presa di coscienza da parte degli operatori che i tassi prima o poi sono destinati a salire e la riunione della ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU