X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 30 novembre 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Conversione di crediti in SFP con possibile disapplicazione della pex

Si richiede che gli strumenti finanziari siano assimilabili alle azioni e che siano idonei alla circolazione

/ Salvatore SANNA

Martedì, 19 ottobre 2021

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ai sensi dell’art. 113 del TUIR, gli intermediari finanziari possono presentare istanza di interpello ex L. 212/2000 all’Agenzia delle Entrate, affinché non si applichi la disciplina della participation exemption (c.d. “pex”) per la cessione di partecipazioni derivanti dalla conversione in azioni dei crediti verso imprese in temporanea difficoltà finanziaria.
L’accoglimento dell’istanza comporta, ai fini fiscali, l’equiparazione delle partecipazioni acquisite ai crediti estinti o convertiti.

Con la risposta a interpello n. 727, pubblicata ieri, l’Agenzia delle Entrate interviene con riferimento all’applicazione di questa disposizione in caso Strumenti finanziari partecipativi (SFP) emessi da una società a fronte del credito vantato da una ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU