Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Giovedì, 19 maggio 2022 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Assenze per quarantena e isolamento fiduciario fuori dal comporto

Il principio del Tribunale di Asti non ha portata generale: la norma, non prorogata, si applica dal 17 marzo 2020 al 31 dicembre 2021

/ Giosafat RIGANÒ

Giovedì, 27 gennaio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’ordinanza del 5 gennaio 2022 il giudice del lavoro di Asti ha esaminato il caso di un licenziamento per superamento del periodo di comporto intimato a una lavoratrice che era stata assente per malattia, nell’anno di riferimento, per 183 giorni.

Secondo la lavoratrice non vi era stato, comunque, il superamento del periodo di comporto, ai sensi dell’art. 26, comma 1 del DL 18/2020, in quanto l’assenza per 10 giorni (dal 25 novembre al 4 dicembre 2020) era dovuta a “quarantena con sorveglianza attiva o in permanenza domiciliare fiduciaria con sorveglianza attiva”, avendo contratto il COVID-19. Di contro, il datore di lavoro ha sostenuto la legittimità della scelta di risolvere il rapporto di lavoro, evidenziando che la tutela accordata dal legislatore si ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU