Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Mercoledì, 17 agosto 2022 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Vizi del titolo di riscossione dei crediti esteri fuori dalla giurisdizione italiana

La disciplina contenuta nel DLgs. 149/2012 non prevede la notifica della cartella di pagamento

/ Caterina MONTELEONE

Lunedì, 16 maggio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La sentenza della Cassazione 4 aprile 2022 n. 10672 affronta la questione del riparto di giurisdizione tra autorità di Stati diversi in merito alla riscossione di crediti esteri e ribadisce il principio secondo cui le contestazioni relative al credito o al titolo esecutivo sono di competenza dello Stato titolare del credito e richiedente l’esecuzione, mentre le controversie relative agli atti esecutivi spettano allo Stato adito, precisando che tale ripartizione non può essere modificata “sostenendo che l’atto di riscossione deve riprodurre (o allegare) l’atto impositivo, sì da permettere al contribuente di formulare i suoi motivi di contestazione”.

La sentenza è stata pronunciata in relazione a una fattispecie nella quale il contribuente, ricevuta la cartella di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU