Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 1 luglio 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / FISCALITÀ INTERNAZIONALE

La Convenzione contro le doppie imposizioni consente di non tassare il TFR

La Cassazione ha chiarito che l’art. 18 del modello OCSE previene la tassazione italiana

/ Giuseppe Francesco PATTI

Mercoledì, 18 maggio 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 13217 del 27 aprile 2022 si è espressa sulla applicabilità delle Convenzioni contro le doppie imposizioni in relazione al pagamento di somme a titolo di trattamento di fine rapporto e di “incentivo all’esodo”.

In sintesi, una persona fisica aveva ricevuto tali emolumenti in relazione ad attività prestate nel territorio dello Stato italiano alle dipendenze di una società ivi residente. Tuttavia, gli importi venivano incassati dopo che la persona fisica in questione aveva trasferito la propria residenza nella Repubblica Slovacca.
A fronte di ciò, il percettore degli importi in disamina riteneva di avere diritto al rimborso di quanto prelevato dalla società erogante a titolo di ritenuta; a opinione di questo, infatti, avrebbe dovuto applicarsi

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU