Chiudi senza accettare

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili ad avere un'esperienza di navigazione migliorata e funzionale al tipo di dispositivo utilizzato, secondo le finalità illustrate nella Cookie Policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, puoi farlo in qualsiasi momento selezionando Gestisci le preferenze.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 25 settembre 2022

NOTIZIE IN BREVE

Fruibile il credito locazioni per le mensilità per cui i canoni risultino versati entro il 29 agosto

/ REDAZIONE

Sabato, 13 agosto 2022

x
STAMPA

Con la risposta a interpello n. 426 di ieri, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che, al ricorrere dei requisiti richiesti dalla norma, per i periodi oggetto di agevolazione, è possibile fruire del credito locazioni di cui all’art. 28 del DL 23/2020 con riferimento alle mensilità per cui i canoni risultino versati entro il 29 agosto 2022.

L’Amministrazione finanziaria ha risposto al quesito di una società conduttrice di tre contratti di locazione d’azienda e di quattro contratti di locazione di immobili a uso non abitativo, che, a causa delle difficoltà finanziarie cui è andata incontro a causa della pandemia, non ha ancora completato il pagamento dei canoni relativi ai mesi oggetto di agevolazione.
Citando la risposta a interpello n. 263/2021 (si veda “Credito locazioni su mensilità 2020 anche se il pagamento avviene nel 2021” del 20 aprile 2021), la società ha quindi chiesto se, affinché maturi il diritto alla fruizione del credito d’imposta, della quota di canoni relativa al 2020, sia necessario che il versamento dei canoni sia effettuato nell’anno immediatamente successivo a quello in cui i canoni erano dovuti oppure se tale diritto matura in uno qualunque degli anni successivi in cui venga eseguito il pagamento dei canoni relativi ai mesi agevolati.

L’Agenzia delle Entrate ricostruisce l’evoluzione normativa, partendo dall’art. 28 del DL 34/2020 per poi citare le modifiche e le proroghe introdotte dai DL 137/2020, 73/2021 e 4/2022 convertiti e richiama i chiarimenti forniti con la circ. n. 14/2020, fino alla FAQ con cui ha ritenuto che possano essere ammessi al credito d’imposta sui canoni di locazione di immobili a uso non abitativo per il 2022, in presenza di tutte le altre condizioni, anche i canoni di locazione (relativi ai mesi di gennaio, febbraio e marzo 2022) pagati oltre il 30 giugno 2022, purché entro il 29 agosto 2022 (si veda “Credito locazioni 2022 per i canoni pagati fino al 29 agosto” del 12 luglio).

Sulla base di queste premesse, come detto secondo l’Agenzia l’istante potrà fruire del credito d’imposta con riferimento alle mensilità per cui i canoni risultino versati entro il 29 agosto.

TORNA SU