Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 5 dicembre 2022 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / OPERAZIONI STRAORDINARIE

Fusioni e scissioni tra società semplici agricole e altre società agricole senza neutralità

Per la neutralità fiscale ai fini delle dirette rileva che i beni rimangano nell’ambito delle regole di determinazione del reddito di impresa

/ Enrico ZANETTI

Martedì, 27 settembre 2022

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le scissioni e le fusioni tra società semplici agricole e altre società di persone o di capitali agricole (ivi comprese quelle cooperative o consortili) non possono avvenire in regime di neutralità fiscale, ai sensi, rispettivamente, degli artt. 172 e 173 del TUIR, nemmeno se le società agricole diverse da quelle semplici determinano il reddito di impresa secondo le regole proprie del reddito fondiario, ai sensi del DM 27 settembre 2007 n. 213, attuativo dell’art. 1 commi 1093 e 1094 della L. 296/2006.

La prassi dell’Agenzia delle Entrate ha delineato ormai da qualche tempo un quadro interpretativo che individua il perimetro della neutralità fiscale, ai fini delle imposte dirette, delle operazioni straordinarie “soggettive” (trasformazioni, fusioni e scissioni) in funzione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU