ACCEDI
Mercoledì, 24 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Atti in frode irrilevanti nella liquidazione controllata del sovraindebitato

Anche la colpevolezza del sovraindebitato non conta per l’apertura della procedura

/ Chiara CRACOLICI e Alessandro CURLETTI

Sabato, 4 febbraio 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 14-quinquies comma 1 della L. 3/2012 prevedeva che il giudice delegato dichiarasse aperta la procedura di liquidazione del patrimonio di cui agli artt. 14-ter ss. una volta verificata, rispettivamente, la sussistenza dei requisiti di cui all’art. 14-ter (cioè che il debitore non fosse soggetto a procedure concorsuali diverse da quelle regolate dal capo II della L. 3/2012, che non avesse fatto ricorso, nei precedenti cinque anni, ai procedimenti di cui allo stesso capo II, che la domanda fosse presentata al tribunale competente ai sensi dell’art. 9 comma 1 corredata dalla documentazione di cui all’art. 9 commi 2 e 3 e che alla stessa fossero allegati sia l’inventario di tutti i beni del debitore, sia la relazione particolareggiata dell’organismo di ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU