ACCEDI
Domenica, 14 aprile 2024

FISCO

Risoluzione del contratto di locazione opponibile se accertata in giudizio *

I canoni sono imponibili a prescindere dalla percezione, purché il contratto sia in vita

/ Anita MAURO

Venerdì, 14 aprile 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 26 del TUIR, come oggi vigente, impone al locatore di immobili di tassare i redditi derivanti dalla locazione anche ove non abbia effettivamente percepito i canoni, fino a quando (limitatamente agli immobili a uso abitativo) non abbia intimato lo sfratto o ingiunto il pagamento. Per gli immobili commerciali, poi, non vale neppure questa deroga e, quindi, i canoni sono imponibili fino a che sia in vita il contratto, anche se non percepiti.
Infatti, in ogni caso, a prescindere dall’eventuale disposto di norme eccezionali, il presupposto per l’imponibilità dei canoni di locazione è l’esistenza di un contratto di locazione che configura, per l’appunto, il titolo per la percezione dei canoni.

Ciò è stato riconosciuto anche dalla Corte Costituzionale 27 giugno 2000 ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU