ACCEDI
Mercoledì, 28 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Discriminatorio ridurre il premio di risultato alla lavoratrice madre

È considerato al pari del mancato computo delle assenze per fruizione dei permessi ex L. 104/92

/ Giada GIANOLA

Mercoledì, 19 luglio 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

La giurisprudenza di merito torna sulla questione del mancato computo di determinate assenze ai fini del riconoscimento del c.d. premio di risultato, forma variabile di retribuzione con lo scopo di incentivare i lavoratori al raggiungimento di determinati obiettivi aziendali e la cui disciplina è demandata alla contrattazione collettiva.

Si tratta del Tribunale di Catania, che con la sentenza n. 2330/2023 ha confermato, in linea con altre pronunce, che è illegittima la decurtazione del premio di risultato per i giorni in cui il lavoratore sia stato assente da lavoro per fruire dei permessi ai sensi della L. 104/92.
Nel caso di specie, in particolare, il premio di risultato veniva riconosciuto interamente o parzialmente in relazione al numero di assenze dei lavoratori. La lavoratrice non aveva ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU