ACCEDI
Mercoledì, 28 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Coltivazioni «fuori suolo» con trattamento fiscale dubbio

/ Lorenzo MAGRO e Arianna ZENI

Mercoledì, 6 settembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le colture idroponiche sono tecniche di coltivazione “fuori suolo”, che, grazie all’impiego di soluzioni nutritive e appositi macchinari, consentono la produzione di vegetali al di fuori del terreno agricolo, su un c.d. substrato inerte.

Dal punto di vista civilistico, non vi è dubbio che dette coltivazioni siano qualificabili come “attività agricoleex art. 2135 c.c. Il comma 2 (così come modificato dall’art. 1 comma 1 del DLgs. 228/2001) precisa infatti che sono attività di “coltivazione del fondo” anche quelle “dirette alla cura ed allo sviluppo di un ciclo biologico o di una fase necessaria del ciclo stesso, di carattere vegetale (…) che utilizzano o possono utilizzare il fondo”. È dunque sufficiente che tali attività possano svolgersi potenzialmente

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU