ACCEDI
Sabato, 13 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Nel tempo determinato proroghe e rinnovi sono equiparati

La circolare n. 9/2023 estende gli effetti dell’art. 24 comma 1-ter del DL 48/2023 anche alle proroghe successive al 5 maggio 2023

/ Mario PAGANO

Giovedì, 12 ottobre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con la circolare n. 9/2023 il Ministero del Lavoro ha fornito i primi importanti chiarimenti in merito al contratto a tempo determinato, a seguito delle novità apportate dal c.d. decreto “Lavoro” (DL 48/2023 conv. L. 85/2023).
In primo luogo, l’art. 24 del decreto ha cancellato le vecchie causali del c.d. decreto “Dignità” (DL 87/2018) introducendo nuove ipotesi in presenza delle quali è possibile apporre un termine al contratto.

Pur confermando una generica acausalità per i primi 12 mesi del contratto, il DL “Lavoro” richiede che oltre tale soglia temporale sia necessaria una causale, individuata dai contratti collettivi leader o legata a ragioni sostitutive. In difetto di previsioni contenute nei contratti collettivi, e fino al 24 aprile 2024, sarà ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU