ACCEDI
Sabato, 25 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Impatriati anche senza collegamento tra rientro e inizio dell’attività

/ Luisa CORSO

Lunedì, 20 novembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

La prassi dell’Agenzia delle Entrate è solida nel richiedere, ai fini dell’accesso al regime degli impatriati di cui all’art. 16 del DLgs. 147/2015 (nella formulazione attualmente vigente), la sussistenza di un collegamento funzionale tra il rientro in Italia e l’inizio dell’attività lavorativa in tale Stato. Ciò, pur in assenza di previsioni normative in tal senso.

Il principio è stato affermato nella circ. Agenzia delle Entrate n. 17/2017, Parte II, § 3.1 e ripreso in particolare dalla risposta a interpello 13 febbraio 2020 n. 59, riferito ad una persona trasferitasi fisicamente in Italia nel mese di maggio di un determinato anno che ha concretamente iniziato l’attività lavorativa nel mese di settembre dello stesso anno: l’Agenzia, in tal caso, ha ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU