ACCEDI
Lunedì, 4 marzo 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Distribuzioni da posticipare al 2024 per la massimizzazione dell’ACE

/ Gianluca ODETTO

Sabato, 2 dicembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Profilandosi, dal 2024, l’abrogazione dell’ACE, le imprese sono tenute nell’ultimo mese dell’anno a programmare in modo quanto più possibile oculato eventuali modifiche nella composizione del patrimonio netto tali da non deprimere ulteriormente il beneficio fiscale.
Si prevede, in particolare, che l’agevolazione cessi di esistere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2023, ma che in ogni caso le eccedenze non sfruttate rilevate per il periodo d’imposta in corso a tale data possano essere utilizzate nei periodi d’imposta successivi, senza limitazioni di carattere temporale.

La prima indicazione, semplicemente da ribadire, è quella per cui l’agevolazione esplica pienamente i propri effetti per il 2023. Tutti gli incrementi ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU