ACCEDI
Martedì, 27 febbraio 2024 - Aggiornato alle 6.00

LAVORO & PREVIDENZA

Disciplina della tredicesima definita dalla contrattazione collettiva

L’importo dovrà essere riproporzionato in caso di assunzione o cessazione del rapporto di lavoro durante il corso dell’anno

/ Elisa TOMBARI

Mercoledì, 6 dicembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

Nel mese di dicembre, in generale prima delle festività natalizie, i datori di lavoro sono tenuti a riconoscere ai propri dipendenti la tredicesima mensilità; si tratta di una forma di retribuzione c.d. “differita”, cioè quella che matura nel corso di più periodi di paga, ma che viene erogata in un momento successivo.

In alcuni settori o per specifiche categorie di lavoratori, la tredicesima non viene erogata dal datore di lavoro o non viene riconosciuta nel mese di dicembre. Si tratta, in particolare, di:
- operai edili, per i quali la gratifica natalizia viene corrisposta dalla Cassa edile;
- operai agricoli a tempo determinato (OTD), per i quali viene corrisposto, assieme alla normale retribuzione, il c.d. “terzo elemento” (pari al 30,44%) che sostituisce tredicesima

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU