ACCEDI
Lunedì, 4 marzo 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Niente conflitto di giurisdizione per gli obblighi da convenzione urbanistica sul fallimento

L’istanza di insinuazione non elimina la giurisdizione del giudice amministrativo

/ Antonio NICOTRA

Mercoledì, 6 dicembre 2023

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Cassazione a Sezioni Unite n. 33944 di ieri è intervenuta sul tema del riparto di giurisdizione amministrativa e fallimentare, escludendo che la pendenza di una procedura concorsuale spieghi efficacia attrattiva anche per le controversie devolute alla giurisdizione del giudice speciale, nella specie il giudice amministrativo, a prescindere dalla presentazione da parte del creditore di un’istanza di ammissione al passivo e non potendosi per ciò solo dedurre una rinuncia alla giurisdizione speciale, altrimenti inammissibile.

Nel caso di specie, il Comune proponeva ricorso al TAR per la condanna del fallimento all’esecuzione della bonifica di un’area e ri-trasferimento della stessa in favore dell’ente, sul presupposto di una convenzione urbanistica tra le parti per l’attuazione ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU