ACCEDI
Giovedì, 13 giugno 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La FTA delle stock option non genera una operazione pregressa

I costi rilevati in sede di transizione non assumono mai rilevanza fiscale

/ Luca MIELE e Guerino RUSSETTI

Martedì, 30 gennaio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La risposta n. 25 pubblicata ieri dall’Agenzia delle Entrate conferma (si veda “Stock option agli amministratori deducibili «per cassa»” del 23 ottobre 2023) come la first time adoption (FTA) delle operazioni di stock option – le cui regole di accounting sono contenute nel principio contabile internazionale IFRS 2 – sfugga alle disposizioni fiscali del regime transitorio che l’art. 15 del DL 185/2008 riserva alle cosiddette “operazioni pregresse” e cioè a quelle operazioni “a cavallo” della transizione agli standard IAS/IFRS che, qualora immediatamente assunte riconoscendo fiscalmente, in derivazione (rafforzata), le regole contabili internazionali, generano fenomeni di tassazione anomala.

La fattispecie trattata nella risposta si riferisce ad ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU