ACCEDI
Mercoledì, 17 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Per l’assegnazione agevolata dichiarazione a scadenza variabile

Dalla data e dalle modalità di effettuazione dell’operazione dipende il modello da utilizzare e il termine per la presentazione

/ Francesco DE ROSA

Martedì, 27 febbraio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Le società che hanno effettuato assegnazioni e cessioni agevolate ex art. 1 commi 100-105 della L. 197/2022 devono inserirle nelle dichiarazioni dei redditi da presentare nel 2024; il corretto adempimento dell’obbligo dichiarativo riveste particolare importanza perché, secondo l’Agenzia delle Entrate, esso determinerebbe il perfezionamento delle operazioni agevolate.

Nella circolare del 1° giugno 2016 n. 26 (cap. I parte I § 5), infatti, a proposito della precedente edizione dell’assegnazione agevolata, sulla cui normativa è ricalcata parola per parola la disciplina del 2023, è stato puntualizzato che “l’esercizio dell’opzione per l’assegnazione agevolata dei beni deve ritenersi perfezionato con l’indicazione in dichiarazione dei redditi dei valori

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU