ACCEDI
Mercoledì, 17 aprile 2024 - Aggiornato alle 6.00

NOTIZIE IN BREVE

Disponibili sul sito INPS le attestazioni fiscali dei versamenti degli oneri da riscatto

/ REDAZIONE

Sabato, 2 marzo 2024

x
STAMPA

Con il messaggio n. 908 di ieri, l’INPS ha reso noto che sul “Portale dei Pagamenti” sono visualizzabili e stampabili le attestazioni fiscali dei versamenti effettuati nel 2023 per gli oneri da riscatto, ricongiunzione o rendita.

Inoltre, sono disponibili le attestazioni fiscali dei versamenti per la tipologia di riscatto dei periodi non coperti da contribuzione, ai sensi dell’art. 20 commi da 1 a 5 del DL 4/2019, effettuati dal diretto interessato o dal suo superstite o dal suo parente e affine entro il secondo grado.
In questo caso, l’onere versato è detraibile dall’imposta lorda nella misura del 50%, con una ripartizione in 5 quote annuali costanti e di pari importo nell’anno di sostenimento e in quelli successivi.

L’accesso con codice fiscale e numero pratica consente altresì di visualizzare e stampare l’attestazione fiscale relativa a una singola pratica di riscatto, ricongiunzione o rendita, mentre l’autenticazione mediante SPID almeno di livello 2, CNS o CIE consente di visualizzare e stampare l’attestazione fiscale relativa a una o più pratiche di riscatto, ricongiunzione e rendita.

Sul punto, l’INPS precisa che le attestazioni fiscali relative ai pagamenti effettuati dagli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo e al Fondo sportivi professionisti (ex ENPALS), che non dovessero essere disponibili sul “Portale dei Pagamenti”, potranno essere richieste utilizzando la casella di posta elettronica polopals.romaflaminio@inps.it.

Nel caso in cui si riscontrino discordanze tra importi attestati e importi versati, è sempre possibile richiedere la rettifica del documento alla propria Struttura territoriale di competenza. Gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dipendenti con evidenza contabile separata (ex Fondo INPGI 1), potranno utilizzare la casella di posta elettronica InpgiPrestazioni.romaflaminio@inps.it.

TORNA SU