ACCEDI
Mercoledì, 24 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Violazioni formali da rimuovere entro fine mese per la definizione

La rimozione non va effettuata quando non sia possibile o necessaria avuto riguardo ai profili della violazione formale

/ Alice BOANO

Giovedì, 14 marzo 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La L. 197/2022, all’art. 1 commi 166 e seguenti, ha previsto una sanatoria delle violazioni formali commesse sino al 31 ottobre 2022.
Il perfezionamento si ha con il versamento degli importi, pari a 200 euro per tutte le violazioni commesse in ciascun periodo d’imposta, da eseguirsi anche in 2 rate di pari importo entro il 31 ottobre 2023 e il 31 marzo 2024.

Con l’approssimarsi della scadenza del prossimo 31 marzo, può essere utile riepilogare le ipotesi in cui è sufficiente, ai fini del perfezionamento della definizione delle violazioni formali (art. 1 commi 166 e seguenti della L. 197/2022), procedere al versamento dell’importo di 200 euro senza dover rimuovere la violazione.
Entro tale data, infatti, occorre sia rimuovere la violazione, sia procedere al versamento della ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU