ACCEDI
Venerdì, 12 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Valutazione prospettica per il nuovo sovraindebitamento

Si può prescindere da uno stato di radicale impotenza finanziaria del debitore

/ Chiara CRACOLICI e Alessandro CURLETTI

Lunedì, 6 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Foriera di spunti interessanti per gli operatori del settore è la sentenza con cui, in data 4 ottobre 2023, la Corte d’Appello di Brescia ha accolto il reclamo presentato da un debitore sovraindebitato ai sensi dell’art. 50 del DLgs. 14/2019, recante il Codice della crisi (CCII), avverso il decreto del Tribunale di Bergamo. 

Quest’ultimo aveva respinto il ricorso diretto all’apertura, nei confronti del sovraindebitato, di una procedura di liquidazione controllata ex art. 268 del CCII, avendo ravvisato l’insussistenza, in capo al debitore istante, del presupposto oggettivo di accesso alla procedura, ovverosia lo stato di sovraindebitamento come definito dal combinato disposto dell’art. 2 comma 1 lett. a), b) e c) del CCII. La Corte d’Appello di Brescia

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU