ACCEDI
Sabato, 20 luglio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Modifiche allo statuto di fondazione ex Ipab solo col rispetto della volontà del fondatore

La gestione trova un limite nella conformazione allo scopo cui l’ente è preordinato

/ Edoardo MORINO

Giovedì, 13 giugno 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

L’art. 4 comma 2 del DLgs. 117/2017 primo periodo, nell’individuare gli enti che non fanno parte del Terzo settore, include in tale categoria gli enti sottoposti a direzione e coordinamento o controllati dalle amministrazioni pubbliche di cui all’art. 2 comma 1 del DLgs. 165/2001.

Nel terzo periodo si puntualizza, tuttavia, che sono escluse dall’ambito di applicazione della norma appena citata – e sono, perciò, ETS – le associazioni o fondazioni di diritto privato ex Ipab derivanti dai processi di trasformazione delle istituzioni pubbliche di assistenza o beneficenza, in quanto la nomina da parte della Pubblica Amministrazione degli amministratori di tali enti si configura come mera designazione, intesa come espressione della rappresentanza della cittadinanza, e non,

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU