ACCEDI
Sabato, 25 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IMPRESA

Accesso al concordato semplificato anche per il debitore insolvente

Falcidia dei crediti prelatizi e prededucibilità dei crediti professionali

/ Antonio NICOTRA

Mercoledì, 24 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La Corte d’Appello di Trieste del 21 marzo 2024 ha riconosciuto la possibilità di accedere al concordato semplificato anche quando, al momento della domanda di accesso alla composizione negoziata della crisi (CNC), l’imprenditore versi in una situazione di insolvenza ex art. 12 comma 1 del DLgs. 14/2019 (CCII). I giudici propendono, quindi, per la tesi estensiva (contra, Trib. di Siracusa 14 settembre 2022).

L’art. 12 comma 1 del CCII, pur avendo una formulazione “neutra” ai fini della risoluzione della questione, menziona l’imprenditore che “si trova in condizioni di squilibrio patrimoniale o economico-finanziario che ne rendono probabile la crisi o l’insolvenza” e consente di riconoscere l’accesso alla CNC all’impresa già insolvente;

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU