ACCEDI
Mercoledì, 29 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

IL PUNTO / FISCALITÀ INTERNAZIONALE

Pensioni pubbliche francesi con verifica della cittadinanza

Territorialità dei redditi legata non solo alla provenienza dell’erogazione in denaro, ma anche alla nazionalità del percipiente

/ Gianluca ODETTO

Mercoledì, 24 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

La tassazione delle pensioni di fonte francese percepite da soggetti che, al termine dell’attività lavorativa, fanno ritorno in Italia e acquisiscono nuovamente la residenza italiana, dipende da una pluralità di fattori, legati alla natura pubblica o privata della pensione, al fatto che la stessa sia pagata o meno in applicazione della legislazione sulla sicurezza sociale e, in alcuni casi, alla cittadinanza del percipiente.

In termini generali, la Convenzione contro le doppie imposizioni tra Italia e Francia prevede:
- che le pensioni private siano tassate nel solo Stato di residenza del beneficiario (art. 18, § 1);
- che, in deroga al punto precedente, le pensioni pagate in applicazione della legislazione sulla sicurezza sociale di uno Stato siano imponibili anche in tale Stato (art. 18, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU