ACCEDI
Domenica, 23 giugno 2024

FISCO

Il versamento gratuito infragruppo senza obbligo di restituzione è una liberalità

Secondo la Cassazione, ai fini fiscali, è irrilevante la distinzione civilistica tra atti a titolo gratuito non liberali e liberalità

/ Alessandro COTTO e Carlotta SGATTONI

Mercoledì, 29 maggio 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Con l’ordinanza n. 14925 depositata ieri, la Corte di Cassazione, chiamata a pronunciarsi sulla deducibilità di un versamento a fondo perduto tra società consorelle, ha affermato il principio di diritto secondo il quale, ai fini fiscali, l’attribuzione patrimoniale gratuita senza obbligo di restituzione, effettuata spontaneamente tra due società appartenenti allo stesso gruppo, assume natura di liberalità, non rilevando la distinzione civilistica tra atti a titolo gratuito non liberali e liberalità. L’onere sopportato dalla “donante” è, quindi, deducibile soltanto se risultano rispettati i limiti di cui all’art. 100 del TUIR.

In particolare, nel caso sottoposto al vaglio dei giudici, una società aveva versato una cospicua somma di denaro a una società consorella, ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU