X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Martedì, 25 giugno 2019 - Aggiornato alle 6.00

IL CASO DEL GIORNO

Credito IVA dell’incorporata utilizzabile in compensazione nel modello F24

/ Massimo NEGRO

Mercoledì, 20 marzo 2019

Nell’ambito delle operazioni di fusione per incorporazione, si pone frequentemente la questione se la società incorporante possa utilizzare in compensazione “orizzontale” nel modello F24, ai sensi dell’art. 17 del DLgs. 241/97, il credito IVA maturato dalla società incorporata nell’anno precedente a quello di efficacia della fusione.

La fusione, infatti, comporta, a partire dalla data del suo effetto, un subentro dell’avente causa (società risultante dalla fusione o incorporante) negli obblighi e nei diritti IVA del soggetto dante causa (società fuse o incorporate). La data di effetto della fusione, rilevante al fine del trasferimento delle posizioni soggettive, è quella di effetto giuridico ex art. 2504-bis comma 2 c.c. (data dell’ultima iscrizione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU