X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Domenica, 27 settembre 2020

IL CASO DEL GIORNO

Fabbricati non «cielo-terra» con scorporo escluso

/ Silvia LATORRACA

Venerdì, 22 novembre 2019

x
STAMPA

download PDF download PDF

Secondo il documento OIC 16, i terreni che costituiscono immobilizzazioni materiali devono essere iscritti nell’attivo dello Stato patrimoniale alla voce “B.II.1 – Terreni e fabbricati”, ma devono essere rilevati in un apposito conto, tra i “terreni”.
Quanto detto vale anche per i terreni su cui insistono fabbricati, che devono, quindi, essere rilevati separatamente.

Avuto riguardo ai profili valutativi, i terreni non sono tendenzialmente sottoposti ad ammortamento.
In linea generale, l’art. 2426 comma 1 n. 2 c.c. stabilisce che il costo delle immobilizzazioni la cui utilizzazione è limitata nel tempo deve essere sistematicamente ammortizzato in ogni esercizio in relazione con la loro residua possibilità di utilizzazione.

A tal riguardo, il documento OIC 16 precisa ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU