X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Lunedì, 28 settembre 2020 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

Cessione delle eccedenze IRES possibile anche senza bilancio consolidato

In questo caso, occorre che la cessionaria benefici dell’esonero dalla redazione del bilancio consolidato

/ Salvatore SANNA

Sabato, 1 agosto 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La risposta a interpello n. 233, l’Agenzia delle Entrate ha ammesso la possibilità di cedere attraverso la procedura prevista dall’art. 43-ter del DPR 602/73 l’eccedenza IRES prodottasi per effetto delle ritenute d’acconto applicate sui proventi corrisposti da OICR e SICAV (art. 26-quinquies del DPR 600/73 e art. 10-ter della L. 77/83) alla propria società controllante “astrattamente tenuta alla redazione del bilancio consolidato”.
Attraverso l’applicazione dell’art. 43-ter del DPR 602/73 viene riconosciuta la possibilità di procedere, fra soggetti appartenenti allo stesso “gruppo”, alla cessione delle eccedenze IRES alla propria controllante con la conseguente utilizzabilità di tali eccedenze da parte del cessionario a diretta compensazione

...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU