X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

Recupera Password

Non sei ancora registrato? Clicca qui

Venerdì, 15 gennaio 2021 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

L’annullamento dell’atto non preclude l’emendabilità della dichiarazione

Intatto il diritto al rimborso derivante dall’integrativa

/ Pietro SEMERARO e Giorgio INFRANCA

Sabato, 28 novembre 2020

x
STAMPA

download PDF download PDF

La sentenza definitiva del giudice tributario, con cui viene dichiarato l’annullamento di un atto impositivo, pone nel nulla l’avviso di accertamento senza che ciò impedisca al contribuente di emendare la dichiarazione originariamente presentata (e soggetta all’accertamento, poi annullato); il giudizio tributario, infatti, è sì un giudizio di “impugnazione-merito”, ma in assenza di specifiche statuizioni giudiziali espressamente confermative o sostitutive dell’originaria dichiarazione, essa resta a pieno titolo un atto giuridico in senso stretto, come tale emendabile, nei limiti e nei modi previsti dalla legge.

È questo l’interessante principio di diritto espresso dalla Cassazione nella sentenza n. 27122 depositata ieri, con cui la Suprema Corte va a ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI

ACCESSO ABBONATI

Recupera Password

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU