ACCEDI
Mercoledì, 29 maggio 2024 - Aggiornato alle 6.00

FISCO

La compensazione tributaria incide sul sequestro penale

Va fatta rientrare tra le forme di estinzione del debito tributario, funzionali alla sopravvenuta cessazione delle esigenze cautelari

/ Maria Francesca ARTUSI

Giovedì, 25 aprile 2024

x
STAMPA

download PDF download PDF

Ai fini dell’estinzione del debito tributario non è possibile operare un’equiparazione fra due modalità di pagamento completamente diverse: da una parte, la procedura di rateizzazione del debito; dall’altra, quella di applicazione degli istituti di compensazione tributaria, ad esempio la compensazione con crediti IVA e con crediti di imposta per investimenti nel Mezzogiorno.

Tale principio viene precisato dalla Cassazione nella sentenza n. 17116 depositata ieri, in cui veniva annullata con rinvio l’ordinanza di un Tribunale che confermava il sequestro nei confronti del legale rappresentante di una srl indagato per indebita compensazione, ai sensi dell’art. 10-quater del DLgs. 74/2000.

La difesa aveva chiesto il dissequestro sul presupposto del perfezionamento della ...

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI

ABBONANDOTI POTRAI AVERE UN ACCESSO
ILLIMITATO A TUTTI GLI ARTICOLI
ACCEDI

Non sei ancora un utente abbonato
e vuoi saperne di più?

TORNA SU